Apertura del primo Hub della ABO Offshore Bank

Milano, 03 luglio 2013 -Finalmente, dopo molti mesi di preparazione e lunghe, trattative per la distribuzione delle quote a soci imprenditori, apre il nuovo e tecnologico Hub della ABO Offshore Bank, banca d’affari offshore con sede nell’isola del Jersey.

ABO Offshore Bank avrà anche una partecipazione del 33% di soci tunisini, e quote di minoranza della Libia, dell’Algeria e del Qatar, invece la maggioranza delle quote rimarrà di proprietà di una cordata di imprenditori italiani che operano nelle città di Milano, Firenze, Empoli. ABO Offshore Bank Lavorerà in valuta americana ed euro, cosa che le permetterà anche di partecipare alle privatizzazioni algerine e libiche.

– ABO Offshore Bank il nuovo hub finanziario, permetterà a banche e intermediari di accedere direttamente alle 11 più importanti borse mondiali, presenti in , attraverso un unico canale di collegamento.
Con questo nuovo progetto di espansione all’estero, ABO Offshore Bank avvia lo start-up per la realizzazione del cosiddetto “Financial Ring“, un network finanziario ad elevato contenuto tecnologico che mette in comunicazione i clienti, attraverso i Data Center di Milano e Londra, con i sistemi di Produzione e di Disaster recovery dei singoli mercati finanziari.
Si tratta di un’infrastruttura ad alta velocità basata su collegamenti diretti che permettono di abbattere significativamente i tempi di latenza per le attività di negoziazione, grazie ad una maggiore vicinanza a tutte le principali trading venues internazionali, di ridurre i costi di investimento infrastrutturali di almeno il 15% rispetto ai sistemi tradizionali e di generare valore in termini di efficacia, prestazioni e semplificazione operativa.

La rete della ABO Offshore Bank assicura elevati standard di affidabilità, totale sicurezza e riservatezza nella trasmissione dei dati, grazie a sistemi innovativi che sono in grado di trasportare segnali criptati “end-to-end” lungo tutta l’infrastruttura, senza quindi alcuna possibilità di poter accedere alle informazioni relative alle transazioni finanziarie. Il centro di gestione di Milano monitora in tempo reale l’intero traffico di rete, rileva eventuali problemi sui sistemi e può intervenire anche da remoto, garantendo continuità di servizio all’utilizzatore finale.

ABO Offshore Bank si conferma quindi l’architettura tecnologica “peer to peer” di riferimento per la comunità finanziaria europea anche per l’accesso ai mercati finanziari, oltre che per il collegamento a tutte le piattaforme per il processing dei pagamenti tradizionali (bonifici e incassi) e delle carte di debito e credito, nonché ai circuiti di pagamento internazionali.

In uno scenario finanziario europeo in profonda evoluzione e crisi, le modalità di accesso ai mercati diventano sempre più un fattore critico di successo per banche e intermediari finanziari – ha dichiarato Dr. David Loevinson AD di ABO Offshore Bank Per cogliere le opportunità rinvenienti dalla crescente competitività tra le piazze finanziarie e dallo sviluppo dei mercati di nuova generazione, gli operatori devono poter contare su tecnologie che garantiscano alta qualità, affidabilità, immediatezza, costi competitivi e al tempo stesso anche massima sicurezza, protezione e riservatezza dei dati delle transazioni. L’obiettivo di ABO Offshore Bank,  di creare un hub a Londra è di fornire ai propri clienti un punto di accesso unico verso i principali mercati internazionali, mettendo al servizio della comunità finanziaria europea l’eccellenza tecnologica italiana maturata negli ultimi 30 anni nella progettazione di infrastrutture di rete“.

L’ABO International è lietà che il progetto “Financial Ring“, sia andato a buon fine,  auspica atraverso i  presidenti dei singoli paesi dove l’ABO è presente territorialmente, di raggiungere a breve gli obbiettivi preposti.

Milan, July 3, 2013 –

Finally, after many months of preparation and long, negotiations for the distribution of shares to shareholders entrepreneurs, and opens the new technological hub of the ABO Bank Offshore, offshore investment bank based in the island of Jersey.

ABO Offshore Bank will also have a 33% stake in Tunisian partners, and minority interests in Libya, Algeria and Qatar, a majority of the shares will be owned by a consortium of Italian entrepreneurs operating in the cities of Milan, Florence , Empoli. ABO Offshore Bank will work in U.S. currency and euro, which will also allow you to participate in the privatization Algerian and Libyan.

– ABO Offshore Bank’s new financial hub, will allow banks and brokers direct access to 11 major exchanges globally, in the present, through a single channel connection.

With this new expansion project, ABO Offshore Bank initiates the start-up for the realization of the so-called “Financial Ring”, a financial network with high technological content that connects customers through data centers in Milan and London , with the systems of production and disaster recovery of individual financial markets.
It is an infrastructure based on high-speed direct connections that allow to significantly lower the latency for trading activities, thanks to a greater proximity to all major international trading venues, to reduce the costs of infrastructure investment of at least 15% compared to traditional systems and to generate value in terms of effectiveness, performance and operational simplification.

The network of ABO Offshore Bank ensures high standards of reliability, total security and confidentiality in data transmission, thanks to innovative systems that are capable of carrying signals encrypted “end-to-end” throughout the entire infrastructure, without the possibility to have access to information relating to financial transactions. The center of Milan monitors in real time the entire network traffic, detect any problems in the systems and can intervene even remotely, to ensure continuous service to the end user.

ABO Offshore Bank thus confirms its technological architecture “peer to peer” for the European financial community also for access to the financial markets, as well as for connecting to all platforms for processing of traditional payments (bank transfers and business ) and debit and credit, as well as international payment circuits.

“In such a scenario the European financial crisis and profound change in the mode of access to markets are increasingly becoming a critical success factor for banks and financial intermediaries – said Dr. David Loevinson CEO of ABO Offshore Bank – To exploit the opportunities arising from the growing competition between financial centers and the development of new generation markets, operators must rely on technologies to ensure high quality, reliability, immediacy, cost-competitive and at the same time also maximum safety, security and privacy of transactions. L ‘objective of ABO Offshore Bank, to create a hub in London is to provide its customers with a single point of access to the major international markets, putting at the service of European financial community the Italian technological excellence gained over the last 30 years in the design of network infrastructure. ”

The ABO International is pleased that the project “Financial Ring”, is unsuccessful, hopes atraverso the presidents of the countries where the ABO is territorially, to achieve short-term objectives in charge.

Marcello Orsini

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s